Cerca
Close this search box.

Kolnoa!

In primo piano

The Fabelmans. Quando il cinema ci permette di vedere

The Fabelmans. Quando il cinema ci permette di vedere Nel suo film più intimo e autobiografico, Steven Spielberg ci parla di sé, del suo rapporto con la macchina da presa e della sua famiglia Già il titolo dell’ultimo film di Spielberg dovrebbe metterci nella prospettiva di cosa vedremo. Dichiaratamente autobiografico, The Fabelmans, sembrerebbe sulle prime rifugiarsi in un luogo intimo,

Leggi Altro »
Ebraismo italiano

Benjamin e Joshua: quando la fragilità produce bellezza

Benjamin e Joshua: quando la fragilità produce bellezza “La timidezza delle chiome” è un documentario che ha al centro della scena due gemelli omozigoti, Benjamin e Joshua Israel, per la regia di Valentina Bertani. Selezionato a Venezia, è nelle sale dallo scorso novembre. Ne abbiamo parlato con i genitori, Sergio Israel e Monica Carletti Monica e Sergio, voi siete i

Leggi Altro »
Film Jeanne Dielman
Donne del mondo ebraico

Jeanne Dielman: nel rituale, la perfezione

Nel rituale, la perfezione Chantal Akerman, regista ebrea, è stata riconosciuta da una rivista del settore come autrice del film migliore di sempre. Carlo Schalom Hintermann ci spiega il perchè Ha suscitato grande scalpore, anche per diverse dichiarazioni “eccellenti”, la nomina di Jeanne Dielman, 23, Quai du Commerce, 1080 Bruxelles di Chantal Akerman come migliore film di tutti i tempi

Leggi Altro »
Piazza di Karen di Porto
Ebraismo italiano

Piazza: quando un film è necessario

Piazza: quando un film è necessario Una settimana fa la proiezione a Roma del documentario di Karen Di Porto. Oggi ce ne parla un regista internazionale Da poco è stato presentato al Salina Doc Fest, dove gli è stata assegnata una menzione speciale, e all’arena del Nuovo Sacher, Piazza, il documentario di Karen Di Porto. Ho avuto la fortuna di

Leggi Altro »
In primo piano

Oscar, la notte che precede l’alba

Oscar, la notte che precede l’alba Ieri si sono assegnati gli Oscar del cinema. Ma, al di là dei singoli premi, forse siamo a un punto di non ritorno: dove sta andando il cinema dei prossimi anni? In molti hanno sottolineato come la notte degli Oscar appena trascorsa abbia segnato un punto di non ritorno. Le analisi si sono concentrate

Leggi Altro »
In primo piano

Quella volta che Chagall disse no a Broadway

Chagall, la creazione, i record e i retroscena di uno dei più applauditi musical: Il violinista sul tetto (Fiddler on the Roof) Cominciamo dal titolo L’opera, ispirata dai racconti di Sholem Aleichem, doveva chiamarsi inizialmente The Old Country (Il vecchio paese), Tevye, dal nome del protagonista e Not so far Away (Non così lontano) ma tutti questi titoli sembravano non

Leggi Altro »
Il ricevitore è la spia su Prime Video
In primo piano

Il ricevitore è la spia: la vera storia di Morris “Moe” Berger

Attualmente è visibile attraverso la piattaforma di Amazon Prime il film “Il ricevitore è la spia” (The Catcher Was a Spy) per la regia di Ben Lewin, basato sull’omonimo libro biografico scritto da Nicholas Dawidoff, distribuito in Italia nel 2018. Il film narra la storia vera di Morris “Moe” Berg, (New York, 2 marzo 1902 – Belleville, 29 maggio 1972) personaggio davvero

Leggi Altro »
Sergio Shlomo Slutzky
antisemitismo

Peron e gli ebrei. Intervista al regista Sergio (Shlomo) Sluzky

Peron e gli ebrei (Perón y los judíos) è uno dei cinque film che partecipano alla sezione dedicata alla diaspora ebraica in America Latina* presso il museo della Comunità ebraica di Trieste dal Festival del Cinema Ibero – Latino Americano. Riflessi ha intervistato il regista, Sergio (Shlomo) Sluzky La sua opera Peron e gli ebrei partecipa alla sezione Shalom del

Leggi Altro »
Kolnoa!

Amos Gitai: il cinema è uno splendido edificio

Amos Gitai: il cinema è uno splendido edificio Il cinema di Gitai esprime l’amore per Israele e la società israeliana, in quelle zone in cui accade l’inaspettato, in cui la traiettoria razionale delle imagini si trasforma in pura emozione Negli ultimi anni ho avuto il piacere di coprodurre tre film centrali nella prolifica produzione di Amos Gitai: Ana Arabia, Tsili

Leggi Altro »
Kolnoa!

Munich: il fantasma di un attentato

Munich: il fantasma di un attentato Mentre il bracere olimpico è stato appena spento, torniamo a modo nostro ai Giochi di Tokyo, che hanno ricordato l’attentato terrorista palestinese ai Giochi di Monaco. “Munich”, di Steven Spielberg, ricostruì quella vicenda Gli atleti trionfanti tornano dalla fruttuosa trasferta a Tokyo, in una storica edizione delle olimpiadi, completamente rivoluzionate dal protocollo pandemico. L’Europa,

Leggi Altro »

Condividi

L'ultimo numero di Riflessi

In primo piano

17 Ottobre 2021

Iscriviti alla newsletter

"*" indica i campi obbligatori

Nome*
Per inviare questo modulo, devi accettare la nostra dichiarazione sulla privacy*