Cerca
Close this search box.

Eliana Pavoncello

Francia antisemitismo
antisemitismo

L’effetto del 7 ottobre? Più antisemitismo, anche in Francia

L’effetto del 7 ottobre? Più antisemitismo, anche in Francia Per comprendere meglio la situazione in Francia, dove la presenza ebraica è maggiore che in Italia, abbiamo intervistato Danièle Klein, responsabile dei progetti speciali dell’Associazione Francese delle Vittime del terrorismo (AFVT) Danièle, quanti ebrei ci sono nella sua città e quanto è attiva la comunità ebraica? La comunità ebraica francese conta

Leggi Altro »
9 ottobre 1982: una ferita italiana

Che odore ha il fumo delle bombe?

Che odore ha il fumo delle bombe? Il conflitto Israele-Hamas visto da una vittima del terrorismo palestinese   Quando, un paio di giorni dopo l’attentato del 9 ottobre 1982, una rappresentante dell’Ambasciata di Israele a Roma venne in ospedale per visitare noi feriti, le dissi: “Israele deve proteggerci!” Lei mi guardò negli occhi, con un atteggiamento deciso, tutto israeliano, e

Leggi Altro »
antisemitismo

La Pedina. Intervista all’autore, Mario Pacifici

La pedina Mario Pacifici racconta a Riflessi la sua nuova fatica letteraria Sappiamo che non sei uno scrittore di professione. Come e quando è nata la tua passione per la scrittura? Credo di averla sempre avuta ma ero troppo fuori da un ambiente editoriale o quanto meno giornalistico per darle spazio. Poi è avvenuto qualcosa che mi ha fatto scattare

Leggi Altro »
In primo piano

La protesta del sionismo dal viso umano

La protesta del sionismo dal volto umano Dopo oltre sei mesi di proteste, in Israele non sembra esserci spazio per una soluzione condivisa. Abbiamo fatto il punto con chi, da sempre, si batte per un paese in pace e unito In Italia, come ebrei della Diaspora, siamo abituati a essere con Israele senza se e senza ma. Tuttavia, quanto sta

Leggi Altro »
Vittimizzazione secondaria
9 ottobre 1982: una ferita italiana

Vite ferite: terrorismo e vittimizzazione secondaria

Curare le ferite Il 9 maggio scorso, presso la Fondazione Ernesta Besso a Roma, si è tenuto un incontro dal tema: “Vite Ferite, terrorismo e vittimizzazione secondaria: un’altra narrazione è possibile” Cos’è la vittimizzazione secondaria e perché è importante parlarne? La vittimizzazione secondaria è l’ulteriore sofferenza che si aggiunge all’atto terroristico in sé, causata dalla trascuratezza subita dalle vittime da

Leggi Altro »
Interviste

Ebraismo, cultura e non solo: le attività dell’Associazione OR

Ebraismo, cultura e non solo: le attività dell’Associazione OR Oggi vi portiamo a conoscere l’associazione ebraica OR, e le sue iniziative. Ne parliamo con il presidente, Ugo Di Nola. Ugo, che cos’è OR, quando è nata e quali scopi si prefigge? Or è nata alla fine del 2019 da un’iniziativa di una cinquantina di persone; come dice il nostro statuto

Leggi Altro »
Entrata Amia murales
antisemitismo

Attentato al centro Amia di Buenos Aires. Incontro con Anita Weinstein

Nessuna visita a Buenos Aires sarebbe completa senza una visita al Centro AMIA, che nel 1994 fu devastato da un attacco terroristico: 85 i morti, oltre 300 i feriti (impossibile precisarne il numero vista l’entità dell’esplosione). Entrare all’AMIA, dopo aver passato stringenti controlli di sicurezza, è un’esperienza che non può lasciare indifferenti: soprattutto non lascia indifferente me, ferita in un

Leggi Altro »
2 PETER STEVENS
In primo piano

La storia del pilota ebreo tedesco che bombardò Berlino

Escape, Evasion and Revenge – La vera storia di un ebreo tedesco pilota della Raf che bombardò Berlino e divenne prigioniero di guerra. Il libro è la ricostruzione precisa e documentata di una vicenda che ha dell’incredibile: quella di Georg Franz Hein (Peter Stevens), un ebreo tedesco di Hannover rifugiato in Gran Bretagna, che divenne pilota della Royal Air Force

Leggi Altro »
Antonio Recalcati
Ebraismo italiano

La comunità di Casale Monferrato ricorda Antonio Recalcati

Antonio Recalcati, artista discreto e profondo Il 4 dicembre ci ha lasciati un’artista di fama internazionale, ben radicato e amato a Casale Monferrato Chiunque varchi le porte del complesso di vicolo Salomone Olper e guardi subito a sinistra, non può non rimanere colpito dal piccolo memoriale per le vittime delle deportazioni realizzato in terracotta da questo eclettico e geniale pittore,

Leggi Altro »

Condividi

L'ultimo numero di Riflessi

In primo piano

17 Ottobre 2021

Iscriviti alla newsletter

"*" indica i campi obbligatori

Nome*
Per inviare questo modulo, devi accettare la nostra dichiarazione sulla privacy*