Shoa

Dario Calimani L'ebreo in bilico
Ebraismo italiano

Sono un ebreo pessimista che lotta per un futuro migliore

Sono un ebreo pessimista che lotta per un futuro migliore Nel giorno della Memoria, segnato quest’anno da critiche e polemiche, Dario Calimani ci parla dell’importanza di far comprendere cosa sia stata davvero la Shoah. Professor Calimani, nel suo ultimo libro “L’ebreo in bilico”, lei traccia la storia dei suoi genitori, scampati alla Shoah, a differenza di altri componenti della sua

Leggi Altro »
Donne del mondo ebraico

Nella memoria di mio padre ho saldato il cerchio di famiglia

Nella memoria di mio padre ho saldato il cerchio di famiglia Anna Foa, storica, racconta a Riflessi delle sue origini familiari, a cosa serve conservare il passato, e come vede il futuro del nostro paese Anna, ti va di cominciare dalla tua famiglia? Certo. Sono nata a Torino alla fine di dicembre del’ 44, figlia di Vittorio Foa e Lisa

Leggi Altro »
Georges de Canino ed Edith Bruck
antisemitismo

Sguardi di Memoria. Quello che della Storia non sapevamo. La mostra di Georges de Canino sulla Shoà

“Sguardi di Memoria. Quello che della Storia non sapevamo”, è la mostra permanente sulla Shoà, le discriminazioni e il dovere della Memoria, del Maestro Georges de Canino. Tunisino di nascita, romano di adozione, de Canino è uno dei più importanti artisti ebrei contemporanei: le sue opere sono conservate in diverse sedi e musei tra cui la Galleria Nazionale di Arte

Leggi Altro »
La ballerina Carla Fracci
Italia

Quando Carla Fracci interpretò la Shoà

Un ricordo della grande artista scomparsa, Carla Fracci, che in una sua emozionante performance interpretò la Shoà. In occasione del Maggio Musicale 57  (edizione del 1994), andò in scena un’opera di danza, recitazione e canto imperniata sulla figura dell’ebrea Etty Hillesum, deportata e morta in un lager nazista. La morte di Carla Fracci, all’età di 84 anni, lascia un grande

Leggi Altro »
Pagine scelte

“La guerra dei 6 giorni non terminò con mio padre”

Pagine scelte, a cura di Eliana Pavoncello “La guerra dei 6 giorni non terminò con mio padre” di Alan Davìd Baumann Il 5 giugno del 1967, il giorno in cui scoppiò la più veloce e forse la più famosa delle guerre vinte da Israele, Alberto Baumann era un giornalista impegnato, marito e padre. Ma era soprattutto un giovane ebreo italiano.

Leggi Altro »
libri

“Il ghetto interiore” di Santiago H.Amigorena

Pagine scelte “Il ghetto interiore”, di Santiago H.Amigorena “Non ho scritto un libro sulla Shoà. Ho voluto scrivere la storia di mio nonno e del suo silenzio che è anche all’origine del mio.” Questo è l’assunto dell’Autore. Eppure la Shoà è il leit-motiv del libro, ambientato a Buenos Aires tra il 1940 e il 1945. Wincent Rosenberg, fervente ammiratore del

Leggi Altro »

Condividi

L'ultimo numero di Riflessi

In primo piano

Iscriviti alla newsletter

Nome*
Per inviare questo modulo, devi accettare la nostra dichiarazione sulla privacy*