IL DIRITTO DI ISRAELE

Nelle ultime due settimane Israele è stata sotto attacco dei razzi, lanciati verso obiettivi civili, dall’organizzazione terroristica palestinese di Hamas, che rifiuta l’esistenza stessa di Israele su qualsiasi parte del territorio tra il mar Mediterraneo e il Giordano.

Fortunatamente sembra che le parti abbiano concordato il “cessate il fuoco” e speriamo tutti che, non solo la tregua prosegua, ma si inizi a lavorare per il dialogo e per la pace.

Rimane la sensazione molto amara che il “vento” stia di nuovo cambiando a sfavore di Israele e di essere tornati ad un’atmosfera, non ancora uguale, ma molto simile, a quella del tragico anno 1982. Se Israele si difende, diventa violenta e razzista agli occhi della gente.

I media, in questo breve periodo, hanno dato ampia prova di saper dare informazioni e realizzare trasmissioni assolutamente squilibrate e faziose, che spostano l’opinione pubblica dalla parte del “più debole” e contro Israele.

Come sempre, Menorah sostiene il diritto di Israele di difendere i propri confini ed i propri cittadini.

Crediamo che questo non sia il momento di dividersi e di criticare le scelte di Israele. Se proprio necessario, ci saranno tempi migliori per farlo.

Menorah

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condividi:

L'ultimo numero di Riflessi

In primo piano

Iscriviti alla newsletter