Roberto Coen

Ebraismo italiano

La nostra voce deve essere ascoltata

La nostra voce deve essere ascoltata Si apre stamattina il convegno organizzato dall’Astrel sugli ebrei libici. Il suo presidente, David Gerbi, spiega perchè oggi c’è ancora più bisogno di salvaguardare la memoria di una componente fondamentale dell’ebraismo italiano David, oggi si apre il convegno organizzato dall’ASTREL – Associazione Salvaguardia Trasmissione Retaggio Ebrei di Libia – di cui sei il Presidente.

Leggi Altro »
antisemitismo

Siamo sopra il livello di guardia

Siamo sopra il livello di guardia Michele Anzaldi (Italia viva), spiega perché i pregiudizi antisemiti nel nostro paese sono ormai per numero e intensità preoccupanti. A partire dal “caso Feltrinelli”. Onorevole Anzaldi, abbiamo letto il Suo comunicato stampa sulla vicenda della vendita del libro “I protocolli dei Savi Anziani di Sion” sulla piattaforma di Feltrinelli, episodio che arriva subito dopo

Leggi Altro »
UCEI Unione Comunità Ebraiche Italiane
Elezioni Ucei

Nuova UCEI, si parte

Nuova UCEI, si parte Domenica 7 novembre 2021, dalle ore 10,30 alle ore 18,30, si svolgerà la prima riunione del neoeletto Consiglio dell’UCEI, presieduta dal membro più anziano di età. Al primo punto all’O.d.g., come da Statuto, è prevista l’elezione dei membri della Consulta Rabbinica, che completeranno la formazione del Consiglio che, ricordiamo, è composto da 20 eletti dalla Comunità

Leggi Altro »
In primo piano

A via Balbo insegno l’ospitalità e l’accoglienza

 A via Balbo insegno l’ospitalità e l’accoglienza Rav Pino Arbib è da decenni il manihg di via Balbo. A Riflessi spiega come conciliare tradizioni diverse, nel segno del dialogo Caro Maestro Joseph Arbib, sei nato a Tripoli ed avevi 12 anni nel 1967, quando sei arrivato a Roma; hai cominciato a frequentare il Tempio di Via Balbo e non lo

Leggi Altro »
Ebraismo italiano

Ecco come è nato “Riflessi”

Ecco come è nato “Riflessi” Siamo nati un anno fa, e da maggio siamo on line ogni giorno. Ecco perchè oggi Riflessi è diventato il primo magazine di informazione ebraica a Roma Non l’avessi mai detto! È successo esattamente un anno fa, durante la prima riunione dei candidati della lista Menorah per organizzare la campagna elettorale per il rinnovo del

Leggi Altro »
In primo piano

i silenzi dell’avvocato Michetti

I silenzi dell’avvocato che parlava (troppo) alla radio Enrico Michetti, dopo avere concordato la sua intervista con Riflessi, alla fine si è sottratto alle nostre domande. Ecco quello che gli avremmo voluto chiedere Avvocato Michetti, nella redazione di Riflessi, composta tutta da ebrei romani, non c’è nessuno che è proprietario di una banca o che fa parte di una lobby:

Leggi Altro »
In primo piano

Voglio una Roma europea e moderna

Voglio una Roma europea e moderna Roberto Gualtieri spiega a Riflessi la sua idea di città, e i suoi piani per: servizi pubblici, turismo, urtisti, tutela della memoria Onorevole Gualtieri, lei va al ballottaggio con il candidato della destra per governare una città mal governata da anni, e nel pieno di una grave aggressione neofascista alla CGIL lo scorso sabato:

Leggi Altro »
In primo piano

Sento la responsabilità di andare avanti

Sento la responsabilità di andare avanti Virginia Raggi parla a Riflessi. Roma? La città sta meglio di 5 anni fa. Il turismo? E’ in ripresa. La spazzatura? E’ colpa della regione. Gli urtisti? Leggete cosa ci ha risposto… Essere Sindaco di Roma è sicuramente molto difficile e Lei, sindaca Raggi, nonostante le critiche, è riuscita a completare il mandato. Non

Leggi Altro »
9 ottobre 1982: una ferita italiana

In Italia pensavo di essere al sicuro

In Italia pensavo di essere al sicuro Nessim Hazan, uno dei feriti più gravi nell’attentato alla Sinagoga del 9 ottobre 1982, racconta a Riflessi la sua esperienza.     Nessim, ti ricordi il clima di quei giorni, precedenti all’attentato? Certo che me lo ricordo. Quel giorno, appena arrivai al Tempio notai l’assenza delle guardie e mi preoccupai perché c’erano sempre

Leggi Altro »
9 ottobre 1982: una ferita italiana

Del 9 ottobre ricordo ancora tutto

Del 9 ottobre ricordo ancora tutto Sandro di Castro testimonia a Riflessi l’attentato del 9  ottobre al Tempio maggiore, e la sua reazione: cercare la verità e gridarla a chi non ha tutelato gli ebrei italiani Sandro, ti ricordi il clima di quei giorni, precedenti all’attentato? Certamente! Ricordo bene l’episodio della deposizione della bara davanti al Tempio Maggiore, durante una

Leggi Altro »

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

L'ultimo numero di Riflessi

In primo piano

Iscriviti alla newsletter