Le Maccabiadi al via

Si inaugura oggi la 21° edizione della terza manifestazione sportiva al mondo. L’Italia è presente con una delegazione pronta a farsi onore, in uno spirito sportivo ed ebraico unico al mondo

Ormai ci siamo.

Dal 12 al 26 luglio si svolgerà la 21° edizione delle Maccabiadi. L’inaugurazione ufficiale avverrà domani, al Teddy Stadium di Gerusalemme, alla presenza, oltre che del presidente Herzog e del premier Lapid, anche del presidente Usa Biden, in arrivo dall’Asia per una tappa in Medio oriente.

Un’immagine dell’ultima edizione delle Maccabiadi

Parliamo dunque di un evento mondiale. Sono infatti attese in Israele 60 nazioni, per un totale di circa 10.000 atleti, che ne fanno, dopo Olimpiadi e Universiadi, il terzo grande meeting al mondo.

Le discipline rappresentate sono 38 (19 individuali, 19 a squadre), che si svolgeranno tra Gerusalemme, Haifa e Netanya.

E l’Italia?

Il Maccabi Italia schiera in questa edizione 42 atleti in 4 discipline: 23 nel calcio, 12 nel basket, 6 nel paddle e 1 nel tennis. I ragazzi vengono prevalentemente da Roma e Milano, più un paio che si trovano già in Israele. Tuttavia, le Maccabiadi non sono solo un evento sportivo.

Nate nel 1932, si svolgono ogni 4 anni (alternate ai Giochi Europei delle Maccabiadi, che l’Italia ha ospitato nel 2007, quando la squadra italiana di calcio vinse l’oro), le Maccabiadi sono soprattutto un momento di incontro, di sport di festa e di socializzazione tra migliaia di ragazzi ebrei provenienti dai quattro angoli del mondo.

Una parte della delegazione italiana in partenza per le Maccabiadi

L’esperienza fuori dal campo, dunque, è altrettanto importante di quella in gara. I ragazzi si incontrano in feste, gite, momenti aggregativi continui.

Non dimentichiamo però il lato agonistico!

Come detto, l’Italia schiera due team: basket e calcio

Entrambi i tornei si svolgeranno ad Haifa. I nostri ragazzi sono attesi da impegni severi, che affronteranno certo con entusiasmo al meglio delle loro possibilità.

Partiamo dal calcio.

La squadra (under 18), che ha buone ambizioni di fare bene è allenata da Fabrizio Di Porto, e punta decisamente a superare il turno, che la vedrà impegnata nel girone A, contro Israele, Brasile, Argentina, Uruguay, Panama: un vero girone di ferro!

Questo il calendario della nostra squadra:

13 luglio, ore 16: Israele-Italia

15 luglio, ore 11: Uruguay-Italia

18 luglio, ore 9: Italia-Panama

19 luglio, ore 16. Argentina-Italia

20 luglio, ore 16: Italia-Brasile.

Anche il basket dovrà impegnarsi al massimo.

La squadra, allenata da rav Moshe Hacmun, sarà impegnata contro Canada, Turchia, Argentina e Brasile

Questo il suo calendario:

13 luglio, ore 11: Canada-Italia

18 luglio, ore 9: Italia-Turchia

19 luglio, ore 11: Italia-Argentina

20 luglio, ore 9: Italia-Brasile

 

Dopo mesi di allenamento, ora tutto è pronto.

Oggi si svolgeranno le prime gare, e stasera ci sarà la cerimonia inaugurale. La nostra delegazione, come da tradizione sportiva italiana, sarà una delle più eleganti e delle più amate. I ragazzi sfileranno nello stadio gremito, si impegneranno a partecipare con lealtà e spirito di squadra, e poi si sfideranno in campo, dandosi appuntamento, nel “terzo tempo”.

Per loro sarà un’esperienza unica, che ricorderanno per sempre, che li farà crescere come atleti, come giovani adulti, e come ebrei.

A tutti loro: mazal tov!

 

Segui le Maccabiadi in diretta

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condividi:

L'ultimo numero di Riflessi

In primo piano

Iscriviti alla newsletter