L'Oreal Jean-Paul Agon

Lotta alle discriminazioni nel mondo del lavoro

Jean-Paul Agon, Ceo de L’Oreal, premiato per il suo impegno contro l’odio e l’antisemitismo

 

Si è tenuta dal 7 al 9 novembre scorso il sesto summit contro l’antisemitismo “Never is Now” (“Mai è adesso”) sponsorizzata dall’ADL. Come è noto, l’ADL (Anti-Defamation League) è la principale organizzazione contro l’odio, fondata negli Stati Uniti nel 1913. L’ADL combatte ogni forma di odio, denuncia l’estremismo e fornisce strumenti per educare all’anti-pregiudizio e a combattere l’odio online. Il suo obiettivo è un mondo in cui nessun gruppo o individuo soffra di pregiudizi, discriminazioni o odio.

Nel corso dei lavori è stato consegnato al presidente de L’Oreal Jean-Paul Agon il premio Courage Against Hate (Coraggio contro l’odio), in riconoscimento del suo impegno di lunga data nel promuovere la diversità, l’equità e l’inclusione all’interno dell’azienda e al rispetto dei diritti umani e alla lotta contro l’antisemitismo nella società.

Jean-Paul e L’Oréal comprendono l’importanza dell’istruzione per aiutare a ridurre i pregiudizi e l’odio – ha affermato il CEO di ADL Jonathan A. Greenblatt – e hanno collaborato con noi a un’iniziativa pluriennale per combattere l’antisemitismo attraverso l’istruzione“.

Infatti l’Oreal è partner di Echoes & Reflections la sezione di ADL che dal 2005 si dedica a ridisegnare il modo in cui l’Olocausto viene insegnato e compreso dagli studenti,e con la partnership di L’Oréal, per una nuova iniziativa di didattica online innovativa e coinvolgente, con attività dirette a più di 100.000 studenti delle scuole medie e superiori sulle lezioni della storia e l’Olocausto, temi che sono ancora molto attuali.

La lotta all’antisemitismo ea tutte le forme di odio è una delle sfide universali più dure, se non la più dura, del XXI secolo” ha detto Agon nel ricevere il premio. “Crediamo fermamente che promuovere la comprensione e l’empatia, nei confronti di quella che è stata la più grande manifestazione di odio nella storia, contribuirà a far tornare indietro la marea montante dell’antisemitismo”.

Nei suoi 15 anni in L’Oréal, Agon ha cambiato l’azienda guidando profonde trasformazioni strategiche, in particolare la rivoluzione digitale e dell’e-commerce e quella della responsabilità aziendale e della sostenibilità. L’Ethics Resource Center gli ha conferito il “Pace Leadership in Ethics Award” per i risultati de L’Oréal nelle aree dell’etica aziendale, della diversità, della trasparenza finanziaria e dello sviluppo sostenibile.

Fonte: adl.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Condividi:

L'ultimo numero di Riflessi

In primo piano

Iscriviti alla newsletter