Cerca
Close this search box.

Il Pitigliani “fuori porta”

Stasera, sulle banchine del Tevere, un concerto all’aperto della giovane orchestra “Ensemble da Camera Pitigliani”

il concerto si terrà sul Tevere, altezza Ponte Cestio

Il 12 luglio alle ore 21.30 la prima esibizione “fuori porta” del progetto “Ensemble da camera del Pitigliani – giovani musicisti in concerto”. Per la prima volta, alcuni fra i giovani musicisti che aderiscono al progetto, accompagnati dal direttore artistico Eduardo Hubert e dal Maestro Marco Valabrega che collabora al progetto, escono dal Pitigliani per condividere con il grande pubblico il messaggio del progetto, ossia la promozione del dialogo Interculturale attraverso la musica, linguaggio universale. Luogo di incontro Lo Spazio Salotto Tevere che, da giugno ad agosto, ospita eventi culturali, aperti a tutta la cittadinanza.

Nel programma, culture e tradizioni musicali diverse si alternano, proponendo brani che spaziano dalla fine del secolo XIX con Saint Saens  al secolo XX con Ibert e Bax suonato dal Trio Interludes e tre piccoli brani per violino (Marco Valabrega) e viola (Daniele Valabrega)  e il Sholem Alekhem suonato dal giovane clarinettista Leonardo Geusa, con la musica di tradizione popolare ebraica, quale è la musica Klezmer. Protagonisti del Trio Interludes sono Virginia Vignera arpa, Michelangelo Lazzareschi flauto e Daniele Valabrega viola,  con la presenza in alcuni brani dei  Maestri E. Hubert e M. Valabrega.

Eduardo Hubert si è diplomato al Conservatorio Nazionale di Musica di Buenos Aires, dove ha studiato con Antonio De Raco, della scuola di Vincenzo Scaramuzza. Nel 1974 è arrivato in Italia il maestro Hubert

L’uscita dal Pitigliani vuole essere l’occasione per fare conoscere il progetto, attirare altri giovani musicisti a partecipare all’organizzazione dei concerti che riprenderanno, a partire dal mese di ottobre 2023, con cadenza mensile.

Il progetto si rivolge a giovani musicisti che hanno raggiunto alti livelli di competenza musicale, partecipato a importanti concorsi, ottenuto premi e riconoscimenti e a quelli che stanno crescendo musicalmente con grande impegno e dedizione. Tutti uniti da un’unica passione, la musica, il linguaggio universale che non necessita di spiegazioni.

giovani musicisti impegnati al Pitigliani
giovani musicisti impegnati al Pitigliani

La finalità ultima è quella di creare al Pitigliani una sede di incontri per i giovani musicisti e per il pubblico; condividere insieme la passione per la musica, la gioia di condividere un linguaggio che non conosce barriere culturali, che promuove la conoscenza e il rispetto reciproci.  

E’ il dialogo interculturale il messaggio che il progetto Ensemble da camera del Pitigliani vuole trasmettere: comunicato nei primi dieci concerti e che continuerà ad essere il filo conduttore del futuro.

Il  progetto intende coinvolgere un numero sempre più grande di giovani musicisti per diffondere insieme a loro il dialogo interculturale consentendo loro, al contempo, di esibirsi in concerto e rafforzare così la loro crescita e formazione musicale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi:

L'ultimo numero di Riflessi

In primo piano

Iscriviti alla newsletter