Yad Va Shem

Donne del mondo ebraico

La memoria si tutela con la verità

La memoria si tutela con la verità Simonetta Della Seta, da anni impegnata nella salvaguardia della memoria, spiega a Riflessi cosa occorre ancora fare per dare senso al Giorno della memoria e combattere ignoranza e negazionismo Simonetta, nella nostra ultima conversazione ci hai parlato dell’ebraismo italiano. Stavolta vorrei soffermarmi con te sul tema della memoria, a poche settimane dal 27

Leggi Altro »
Ebraismo italiano

Primo Levi e Elie Wiesel, due modi diversi di “fare memoria”

Primo Levi e Elie Wiesel, due modi diversi di “fare memoria” Riceviamo un contributo utile a fare chiarezza su come la memoria della Shoah non possa essere utilizzata nè per attacchi interni, né per provocazioni antisemite. Onorare quella memoria significa anche accettare testimonianze diverse, unite nel descrivere la specificità di quello che è stato. In questi giorni sono state sollevate

Leggi Altro »
In primo piano

I Giusti e il boia

I Giusti e il boia Ci sono vicende che sono lo spartiacque tra il bene e il male.  La famiglia Ceccarelli, tra il ’43 e il ’44, salvò molti ebrei dai nazifascisti. Su Riflessi, per la prima volta ecco la loro storia Ci sono persone che rischiano la propria vita per aiutare il prossimo, e altre che la vita la

Leggi Altro »
libri

“L’inferno di Treblinka” di Vasilij Grossman

Pagine scelte, a cura di Tamara Tagliacozzo “L’inferno di Treblinka” di Vasilij Grossman (Adelphi, 2010) Ha un senso il fatto che l’ingresso al Museo Yad Vashem a Gerusalemme sia vietato ai minori di dodici anni. Ancora sconto il trauma terribile della lettura del libro “In nome dei miei” di Martina Gray (alias Mietek Grajewski, polacco naturalizzato americano e vissuto in

Leggi Altro »

Condividi

L'ultimo numero di Riflessi

In primo piano

Iscriviti alla newsletter

Nome*
Per inviare questo modulo, devi accettare la nostra dichiarazione sulla privacy*