Cerca
Close this search box.

Libano

Ebraismo italiano

Uscire da una guerra lunga e dolorosa

Uscire da una guerra lunga e dolorosa Con Giorgio Gomel affrontiamo gli scenari possibili dopo 9 mesi di guerra a Gaza Giorgio, la guerra dichiarata da Hamas il 7 ottobre e proseguita da Israele a Gaza ha superato i suoi 9 mesi. Qual è il tuo giudizio su questo conflitto? Questa guerra è lunga e dolorosa come mai era accaduto

Leggi Altro »
Uncategorized

Israele tradito e ferito: così ci sentiamo oggi

Israele tradito e ferito: così ci sentiamo oggi Angelica Calò, in questa conversazione registrata poche ore prima del cessate il fuoco votato dal Consiglio di sicurezza dell’Onu, ci aiuta a comprendere lo stato d’animo di un paese ferito e traumatizzato Dopo 6 mesi di guerra, l’opinione pubblica internazionale è tutta concentrata su Gaza. Ma cosa sta succedendo in Israele? Come

Leggi Altro »
Il tempo della crisi

Israele al bivio tra democrazia e democratura

Israele al bivio tra democrazia e democratura Nel giorno dell’indipendenza, Israele guarda al futuro mentre non si arrestano le proteste contro la riforma della giustizia. Ne abbiamo parlato con Davide Assael Davide, nel tuo saggio pubblicato sul numero monografico di Limes dedicato ad Israele scrivi che il progetto di Netanyahu e del suo governo rischia di spostare il paese dalla

Leggi Altro »
Donne del mondo ebraico

Tradizione, modernità, antisemitismo, calo demografico: ecco pericoli e sfide dell’ebraismo italiano

Tradizione, modernità, antisemitismo, calo demografico: ecco pericoli e sfide dell’ebraismo italiano Fiona Diwan da oltre dieci anni racconta l’ebraismo italiano dalle pagine del giornale della comunità di Milano. A Riflessi si racconta: la sua famiglia, la sua professione, il futuro dell’ebraismo italiano Fiona, mi dai anzitutto qualche elemento per orientare i nostri lettori? Per esempio da quale parte del mondo

Leggi Altro »
9 ottobre 1982: una ferita italiana

Quel giorno pagammo un odio lontano e diffuso

Quel giorno pagammo un odio lontano e diffuso Alberto Di Consiglio racconta il suo  9 ottobre: l’attentato, i terroristi (e forse i loro complici), e quell’arma che si inceppò al momento di sparare… Alberto, qual era il clima che si respirava in città e in ambienti ebraici in quell’estate del 1982? Vivevamo dei giorni davvero angoscianti. All’inizio di giugno era

Leggi Altro »

Condividi

L'ultimo numero di Riflessi

In primo piano

17 Ottobre 2021

Iscriviti alla newsletter

"*" indica i campi obbligatori

Nome*
Per inviare questo modulo, devi accettare la nostra dichiarazione sulla privacy*
Riflessi Menorah