Pizze romane

L’ebrea romana regina della pizza….a Tel Aviv

Rotem Fadlon, più di 4000 follower su Instagram, è proprietaria di “Zotapizza”, pizzeria diventata punto di riferimento per chi ama la vera pizza romana. A Riflessi ci parla della sua scelta…regalandoci 2 ricette

Rotem, ci racconti un po’ di te? Come e quando hai deciso di fare l’aliya?

Rotem Fadlon con il marito
Rotem con il suo compagno di vita e di lavoro, Roee

Nel 2010, durante una vacanza in Israele, ho conosciuto quello che sarebbe diventato mio marito, Roee. Tornata in Italia, abbiamo continuato a sentirci e così è nato il nostro amore. Ci siamo sposati, abbiamo tre figli e insieme abbiamo aperto Zotapizza, a Dizengoff, una delle strade centrali di Tel Aviv.

Tu sei romana e sorella di Raffy della Taverna del Ghetto. Quanto ha influito la tua famiglia nella scelta di aprire una pizzeria?

La mia famiglia ha molto a che fare con il cibo, non solo per lavoro. A casa si cucinava molto, diciamo che sono cresciuta con i piatti della tradizione tripolina. Mio marito, poi, aveva una hoummusseria, quindi anche lui era già in qualche modo dell’ambiente. Per aprire la nostra pizzeria la mia famiglia mi ha aiutato molto. Mio marito è venuto in Italia a studiare e poi all’avviamento abbiamo avuto chef italiani che ci hanno seguito.

Che tipo di pizzeria è Zotapizza?

È una pizzeria a taglio, dove il cliente può sedersi ai tavoli. Ci teniamo a dire che la nostra è la vera pizza romana e i nostri clienti israeliani l’apprezzano molto. Devo dirti che inizialmente il fatto che fosse una pizzeria casher, quindi solo con prodotti di latte, faceva storcere il naso a qualcuno, perché non trovava diversi ingredienti di carne che si trovano in altre pizze e in altre pizzerie. Ma oggi possiamo dire che anche l’israeliano che non mangia casher ci apprezza.

La tua pizza top qual è?

Guarda, ce ne sono diverse, abbiamo un menù variato, ma se devo dirti la preferita dai miei clienti è “pachino, mozzarella di bufala, basilico e aceto balsamico”. Da poco abbiamo introdotto nel menù anche i fritti, come i supplì, e devo dire che c’è stata una buona accoglienza.

Nel tuo account Instagram sei molto seguita. Possiamo dire che sei l’ambasciatrice della cucina romana in Israele?

Ho iniziato per gioco, come spesso accade ma presto mi sono accorta che la nostra cucina ha molto successo. Così, anche su sollecitazione di qualche amica che me lo chiedevano, ho cominciato a pubblicare ricette varie, intrecci di challot, video che spiegano passo passo come realizzare un piatto.

C’è un’idea diffusa che gli ebrei romani che fanno l’aliyà non riescano a stare lontano dalla loro città e infatti alcuni sono tornati. Tu, hai nostalgia della tua vita in Italia?

No. Assolutamente no. Qui ho tutto quello che voglio.

Ti ringrazio per il tempo che ci hai dedicato. Prima di lasciarci, vorresti regalare una ricetta ai lettori di Riflessi?

Certo, volentieri! Eccone due: la ciambella di pasta fillo e le palline di datteri ricoperte di cioccolato fondente.

Ciambella di pasta fillo

Ciambella di pasta filloFar bollire 3 patate medie, poi schiacciarle con uno schiaccia patate; condire con sale e pepe e un pizzico di cannella. A parte soffriggere la cipolla e aggiungere carne macinata sale e pepe. Quando è pronto unire alle patate, aggiungere un po’ di prezzemolo e lasciar freddare.

Stendere due fogli di pasta filo ungere con dell’olio su tutta la superficie e poi riempire con le patate e la carne. Arrotolare bene, spennellare con olio semi di sesamo e cuocere in forno a 180 gradi finché non è ben dorata.

Palline di datteri ricoperte di cioccolato fondente

Dolce crudistaTritare 120 grammi di nocciole e lasciarne da parte 4 cucchiai. Unire al resto delle nocciole 10 datteri e continuare a tritare. Fare delle palline con il composto.

Sciogliere al microonde 100 grammi di cioccolata fondente per un minuto.

Intingere le palline prima nella cioccolata sciolta e poi nelle nocciole messe da parte.

Mettere in frigo almeno 3 ore prima di servire.

Segui Rotem su Istagram:

lets_cook_with_ro

Leggi anche:

Oggi…Hraymi!

 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

L'ultimo numero di Riflessi

In primo piano

Iscriviti alla newsletter