La finestra sul cortile

In primo piano

Elezioni del Parlamentino Ucei: reali, irreali, surreali

Elezioni del Parlamentino Ucei: reali, irreali, surreali A 6 giorni dal voto UCEI, la giunta della comunità di Roma, che deve garantire la regolarità del voto nella nostra comunità, mostra ritardi e gravi anomalie: vediamo quali Poche ore fa Emanuele Pace, sulle pagine di Riflessi, in un breve intervento di carattere normativo procedurale ha sollevato alcune perplessità a causa della

Leggi Altro »
La finestra sul cortile

Le parole e il silenzio

Le parole e il silenzio L’arrivo del nuovo anno chiama ognuno di noi a valutare i propri comportamenti, e a comprendere che la notorietà non può poggiare sulla maldicenza e l’uso distorto dei social  Mancano poche ore all’inizio di Rosh Hashanà, a cui seguirà il lungo periodo festivo che si concluderà con Simhà Torà. Sono giornate liete da trascorrere nelle

Leggi Altro »
La finestra sul cortile

A chi affideremo il nostro futuro?

A chi affideremo il nostro futuro? Giacomo Kahn interviene su una questione fondamentale per l’ebraismo italiano: quello dei giovani. Siamo sicuri che ci stiamo davvero occupando di loro al meglio? C’è un insegnamento nel Talmud, che ci viene tramandato attraverso un’immagine suggestiva, persino romantica: “Il mondo si regge sul respiro dei bambini che studiano” (TB, Shabbath 119b). Questo può significare

Leggi Altro »
La finestra sul cortile

Se stiamo insieme ci sarà un perché…

Se stiamo insieme ci sarà un perché… Ogni gruppo sociale sopravvive e si rafforza se riesce a trovare un legame che lo unisce. E per le comunità ebraiche italiane, cosa può servire a rafforzarne la coesione, alla vigilia del rinnovo dell’Ucei? Yuval Noah Harari, professore di storia all’Università di Gerusalemme, è una delle menti più brillanti ed originali della società

Leggi Altro »

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp

L'ultimo numero di Riflessi

In primo piano

Iscriviti alla newsletter