Cerca
Close this search box.

Domanda n. 5:  tornare alla vita  di prima

Anche dopo che avremo raggiunto l’immunità su larga scala, la nostra vita potrà tornare a come la conoscevamo prima del Covid? A suo avviso è attendibile l’ipotesi che altre nuove pandemie potrebbero verificarsi?

Le condizioni alla base per l’emersione e diffusione di nuovi virus nel mondo moderno sono ad oggi ancora persistenti e nulla di significativo, tranne la limitazione forzata (transitoria) della mobilità, è stato ad oggi fatto al fine di intaccarle. Il consumo di suolo con l’assottigliamento dell’interfaccia spaziale uomo-natura, il ricorso ad allevamenti animali intensivi, l’interconnessione globale con movimento continuo di uomini e cose, rappresentano i principali fattori di rischio per l’emersione (attraverso il passaggio da ospiti animali all’uomo) e diffusione di nuovi virus. A tal proposito non mi sembra che l’uomo moderno abbia compreso la portata della questione, per cui l’emersione di nuovi virus a potenziale pandemico è solo una questione di tempo. Al momento abbiamo buone chances di vincere contro il COVID, cioè sulla malattia, ma di certo non riusciremo a far scomparire il SARS-CoV-2 che ci accompagnerà nelle nostre vite come altri virus fanno da molto prima di lui. Raggiungeremo dunque un equilibrio, avendo comunque pagato un prezzo di certo non modico, ma nulla, anche in natura, è veramente gratuito. Quindi sì, torneremo alle nostre vite sociali, ma se non cambieremo sistema di organizzazione socio-economica e politica, questo sarà solo un passaggio in attesa della prossima pandemia.

2 risposte

  1. Interessante
    Condivisibile
    Un parere “logico” sulla doppia dose Astra Zeneca …. Supportato da numeri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condividi:

L'ultimo numero di Riflessi

In primo piano

Iscriviti alla newsletter

Riflessi Menorah